Ultima modifica: 19 maggio 2018

Esami di Stato 2017-2018

Per leggere l’Ordinanza Ministeriale n.350 del 2 maggio 2018 concernente “Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado nelle scuole statali e paritarie Anno scolastico 2017/2018” vedi il sottostante allegato.

Gli esami di Stato avranno ufficialmente inizio con la riunione plenaria dei docenti lunedi 18 giugno 2018.

IMPORTANTE per gli studenti:

Il calendario delle prove per l’anno scolastico 2017/2018è il seguente:

prima prova scritta: mercoledì 20 giugno 2018, ore 8.30 (durata massima: sei ore);

seconda prova scritta: giovedì 21 giugno 2018, ore 8.30.
La seconda prova si svolge in un’unica giornata. La durata complessiva è di sei ore, salva diversa      specifica previsione fornita contestualmente all’indicazione della prova.

  • terza prova scritta: lunedì 25 giugno 2018.  Il Presidente stabilisce, per ciascuna delle commissioni, l’orario d’inizio della prova, dandone comunicazione all’albo dell’istituto o degli eventuali istituti interessati. Ogni Commissione, in relazione alla natura e alla complessità della prova, determina anche la durata massima della prova.

 

  • Il calendario dei colloqui sarà esposto all’albo dell’istituto a cura del Presidente della commissione d’esame.

I candidati sono convocati alle prove d’esame alle ore 08,00 muniti di carta di identità in corso di validità.

E’ assolutamente vietato, nei giorni delle prove scritte, portare i telefoni cellulari di qualsiasi tipo (comprese le apparecchiature in grado di inviare fotografie ed immagini), nonché i dispositivi a luce infrarossa o ultravioletta di qualsiasi genere ed apparecchiature elettroniche o pc portatili in grado di collegarsi all’esterno dell’edificio scolastico tramite connessioni “wireless” alla rete telefonica con protocolli UMTS, GPRS o GSM o BLUETOOTH.

Nei confronti di coloro che fossero sorpresi ad utilizzare tali apparecchiature è prevista, secondo le norme vigenti in materia di pubblici esami, l’esclusione da tutte le prove.

 




Link vai su